HomeAttualitàUfficio Scolastico Provinciale, entra nel vivo il progetto #FORM@ZIONE INCLUSIONE”

Ufficio Scolastico Provinciale, entra nel vivo il progetto #FORM@ZIONE INCLUSIONE”

L’innovazione nei processi di formazione è irrimandabile, dice la dirigente Catenazzo

Avviato da mesi, nelle prossime settimane giungerà alla fase centrale il progetto dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Trapani #FORM@ZIONE INCLUSIONE” volto a cambiare l’approccio didattico educativo, le prassi di inclusione degli alunni, il coinvolgimento delle famiglie e gli attori protagonisti della formazione ed educazione all’esterno della scuola.

Il percorso sperimentale di questo nuovo modello di formazione per l’inclusione parte da Trapani per espressa volontà di Tiziana Catenazzo, dirigente tecnica dell’Ufficio Scolastico Regionale Sicilia e dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Trapani, esperta in processi di inclusione. Il programma dettagliato dei seminari e degli incontri sarà reso noto nei prossimi giorni.

«Ho fortemente desiderato che questa sperimentazione partisse da Trapani. La forza del nuovo modello proposto– spiega la dottoressa Catenazzo – con associazioni del territorio, dirigenti scolastici, docenti e studenti . è la rete. La ricerca scientifica conferma l’importanza di aver cura di tutti gli aspetti legati agli atteggiamenti e alle percezioni delle diverse componenti di sistema. Perché ci si forma insieme. La formazione dei singoli non tiene più, non è sufficientemente efficace. Bisogna che a formarsi siano i gruppi di lavoro. L’innovazione nei processi di formazione è irrimandabile ormai. E passa dalla sinergia, dalla qualità dell’impianto metodologico e anche dal significato attribuito ai risultati. Sul piano sociale è proprio questa visione di “insieme”, questa collaborazione, su nuove prassi educative, che determina il livello di trasferibilità, di implicazioni ed è lo stesso processo condiviso che ci restituisce un indirizzo, una traiettoria possibile. L’attività, di questi mesi, realizzata e condivisa nelle scuole della provincia – conclude Catenazzo- sta finalmente rendendo concreto un nuovo paradigma educativo e formativo dei gruppi di lavoro interni alle scuole».

«Il nuovo modello di formazione che coinvolge tutto il sistema – aggiunge Daniela Virgilio, docente e pedagogista dell’USP di Trapani – è realizzato alla luce della più recente letteratura scientifica e delle esperienze internazionali che hanno restituito buone pratiche e notevoli evidenze a supporto di una formazione innovativa – inclusiva. Si tratta di specifiche sperimentazioni finalizzate ad innovare e migliorare le prassi educative, a sviluppare una efficace cooperazione e condivisione tra i diversi attori sociali, interni ed esterni alle scuole di Trapani. Lo scopo è giungere alla definizione di strumenti sostenibili e replicabili per il benessere educativo, sociale e organizzativo».

[td_block_1 custom_title="Must Read" limit="4" f_header_font_transform="uppercase" ajax_pagination="next_prev" block_template_id="td_block_template_2" m4f_title_font_family="394" m4f_title_font_weight="700" m6f_title_font_family="394" m6f_title_font_weight="700" sort="" offset="4" m4f_title_font_size="eyJhbGwiOiIyMCIsImxhbmRzY2FwZSI6IjE4IiwicG9ydHJhaXQiOiIxNiJ9" m4f_title_font_line_height="1.3"]